Che differenza c'è tra impregnazione a pressione e a trasfusione?

09/02/2017

Che differenza c'è tra impregnazione a pressione e a trasfusione?


Il risultato è identico, non esistono motivi validi per preferire un sistema all'altro, a meno che si impieghino prodotti polimerizzanti con tempi molto brevi.

La grossa differenza tra l'impregnazione ad iniezione e la lenta trasfusione consiste principalmente nella sicurezza del dosare il prodotto uniformemente in modo da essere certi che non rimangano zone non sature.

La nostra esperienza, datata da oltre 35 anni, ci ha permesso di poter considerare i pro ed i contro tra la barriera ad iniezione e quella a lenta trasfusione.

L'impregnazione a pressione richiede personale fidato e consapevole che nel caso di un foro con perdita anomala abbia l'accortezza di riempirlo con boiacca cementizia e di ripetere la foratura o, nel caso non riceva il materiale necessario di distribuire il prodotto nei fori adiacenti.

Non sempre purtroppo le maestranze ne sono consapevoli, sia per un conto economico sia per scarsa professionalità e l'impresa non sempre può controllarne il lavoro.

Protector è nato inizialmente per un impiego nostro diretto, al fine di evitare questi problemi e solo successivamente, dopo averne realizzato la fattibilità concreta e la convenienza, abbiamo deciso di offrirne i vantaggi alle imprese ed a chi vuole operare direttamente con il fai da te.

Abbiamo di fatto eliminato ogni operazione di sigillatura, di aggrappo di contenitori, di operazioni pre e post la messa in opera, rendendo il sistema veramente alla alla portata di tutti.

Anche perché, non trascurabile, i nostri prodotti formulati rispecchiano quanto di meglio offrono in fatto di sicurezza nell'esecuzione, non inquinamento e rispetto dell'ambiente.